I bambini e la loro sicurezza su Internet

Uno dei posti più pericolosi del mondo è il web.

0

Oggi 7 febbraio è il Safer Internet Day e già su questo si potrebbe aprire una parentesi enorme, vuole un attimo concentrarmi su un sondaggio pubblicato dall’Unicef sui pericoli che i bambini corrono in rete.

Il Safer Internet Day allo scopo di responsabilizzare l’utilizzo del Web e delle nuove tecnologie in specie al modo tra bambini e da adolescenti di tutto il mondo. Questo evento oggi è diventato un riferimento per tutti gli operatori del settore, della società civile arrivando a coinvolgere oltre 100 paesi in tutto il mondo.

È importante sapere che oggi 1/3 degli utenti di Internet sono bambini, i quali sappiamo bene sono estremamente in pericolo di fronte al Web.
Sempre questa ricerca ha evidenziato che ben più della metà degli adolescenti ritiene che ragazzi e ragazze corrono molti rischi navigando in rete.

Anche se quasi tutti credono di essere capaci di schivare questi pericoli. Sono anche tutti coscienti del fatto che almeno la metà di loro hanno affrontato situazioni pericolose,

Spesso i social network come Facebook vengono utilizzati in modo un po’ troppo libertino, anche solo postare una foto di famiglia, od un’immagine in compagnia di amici può essere ripresa da chiunque ed utilizzato in qualsiasi modo.

Esempi di cyberbullismo oggi sono all’ordine del giorno è spesso le piattaforme sociali sono all’origine di questi terribili fatti, soprattutto perché sono un enorme cassa di risonanza.

Secondo i ragazzi intervistati i bambini più a rischio su Internet sarebbero soprattutto quelli che abitano in paesi ad alto reddito come il nostro.
Le nuove tecnologie e soprattutto la rapida espansione degli smartphone hanno reso accessibile a tutti in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo l’accesso al Web, che anche se da una parte è una splendida opportunità, da un altro punto di vista questo accompagna una miriade di rischi per i nostri figli.

Questi di seguito sono alcuni degli errori che più frequentemente i nostri figli commettono su Internet:

1) Le chat: uno dei comportamenti più frequenti per i ragazzi giovani è proprio la loro voglia di comunicare, non solo con i propri coetanei ma con tutto il mondo. Il rischio per queste persone è quello di isolarsi completamente dal mondo e riuscire a vivere emozioni solamente sul Web, rendendo difficile affrontare il mondo reale e di confronto con le persone reali.

2) I selfie: avere in mano un telefono di ultima generazione dotato di fotocamera è un occasione fantastica per fotografare. Non solo ciò che sta succedendo intorno ma anche per farsi una miriade di selfie. Con precisione maniacale si tende a pubblicare questi scatti sui socia network creando due distinti problemi, uno è quello dell’utilizzo improprio di tali foto ed il secondo è quello di apparire in modo negativo a tutte le persone che possono seguire il profilo del ragazzo.

3) I link: Internet è completamente fatto di link se non esistessero non esisterebbe neanche Web la curiosità di un bambino o di un ragazzo porta sempre a cliccare qualsiasi cosa gli venga proposta, approdando così su siti in grado di carpire qualsiasi dato privato dell’utente.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Commenti

Caricando...